DISARMO DA COLTELLO

​​

Buongiorno , con questo primo post voglio inaugurare il mio Blog che, spero sia utile a quanti praticano il Krav Maga Kapap .

Cerchero' di essere obiettivo anche perche' noi istruttori alla fine siamo tutti nella stessa barca per quanto riguarda l'insegnamento del disarmo in questo caso del coltello .

Chi Come e sopratutto Quando ?

La cosa principale che il nostro cervello e sopratutto quello dei miei allievi deve fare e' capire in pochi secondi la situazione che ci troviamo ad affrontare .

Quante volte ci troviamo in palestra ad affrontare in allenamento un soggetto armato di coltello sia su minaccia diretta che su attacco e quante volte se proviamo a pensare due secondi possiamo decidere di girarci e darcela a gambe levate .... Penso poche volte perche' siamo talmente concentrati ad affrontare questo pericolo che non ci viene neanche in mente .

Provate un'attimo a pensare , siete su una strada vi si para di fronte una persona con un coltello e vi chiede i soldi , portafogli o cellulare alla distanza di un metro , ecco questa e' la classica situazione in cui "VOI","NOI" dobbiamo scappare se : abbiamo campo libero, abbiamo le gambe buone , siamo NOI e l'AGGRESSORE .

Altro scenario ,vi puntano un coltello , tante volte forse troppe NOI Istruttori insegnamo tecniche articolate di prese e quant'altro ma RICORDATE la realta' e' ben altra chi vi punta un coltello in pancia e' perche' forse se VOI reagite ve lo pianta secco appunto nella pancia e non si fermera' ad una coltellata, ma cerchera' di mettervi fuori uso con decine di coltellate .

Quindi cosa fare ? Dovete consegnare tutto e stare il piu' tranquilli possibile ed avvisare le FF.OO.

Eventualmente possono presentarsi diversi scenari, che possono essere talogati meritevoli (usiamo questo termine) di reazione da parte vostra se siete ad un livello di preparazione molto alto ,per livello di preparazione molto alto si intende una capacita' emotiva e psicologica al livello di soggetti che per lavoro, come ad esempio :Forze Speciali e alcuni Reparti delle Forze dell'Ordine, vengono addestrati tutti i giorni in condizioni estreme di stress, questo per fare capire quanto sia difficile l'argomento che stiamo trattando.

Ma ritorniamo alla minaccia da coltello , se il soggetto che avete davanti vi fa' capire che vuole sequestrarvi per farvi del male in seguito e quindi avete un rischio per la vostra vita ci sono tre cose che potete fare: la prima e' alzare le mani in segno di resa in maniera tale che potete coprire le zone pericolose e cioe' come se fosse una guardia di difesa ,ma visivamente e' un segno di resa , parlare tranquilizzando il soggetto e reagire in pochi secondi sfruttando il fattore sorpresa con le tecniche piu' adatte e sicure , che a mio parere non sono moltissime.

Andiamo ora ad esaminare la situazione: quanti di Voi hanno la forza necessaria nella mano sinistra per bloccare una mano con un coltello nella mano destra di fronte a Voi ?

Fate una prova a mani nude cercate di bloccare una mano dx con la sx , vedrete che se di fronte a Voi il soggetto reagisce prontamente ritraendo la mano con forza vi troverete a lottare e quasi sicuramente a perdere il contatto e quindi a ricevere coltellate .

Provate ora a prendere la mano destra che vi minaccia ipoteticamente con tutte e due le mani e tenetela stretta al polso e allontanatela da voi tenendola a mezza altezza , colpite con calci il vostro aggressore sino a sfinirlo a quel punto potrete effettuare una leva articolare e disarmare l'avversario .

Si badi bene che ho scritto calci proprio perche' le ginocchiate mi avvicinerebbero troppo alla lama e sarebbe cmq impossibile tenere distante la mano armata e colpire con le ginocchiate .

Vedrete che riuscirete in qualche modo ad allontanare la minaccia da voi e fare in modo che la mano armata di lama non vi colpisca ripetutamente .

Nel Kapap insegnamo diverse tecniche avanzate che sfruttano molto la sorpresa e lo squilibrio dell'avversario cercando di non perdere mai il contatto con la mano armata proprio per evitare la ripetizione delle coltellate , situazione pericolosa e classica delle aggressioni stradali . Evitiamo così come anche nel disarmo delle armi corte\pistole di colpire l'avversario nel momento della presa in quanto lo riteniamo molto pericoloso per il discorso che facevamo in precedenza e cioe' pugno e presa della mano armata .

E' alquanto prevedibile che colpendo con un pugno il soggetto nel momento della presa della mano armata il soggetto per istinto ritiri la mano o cada a terra portando con se' l'arma , per noi e' importantissimo disarmarlo per questo non vogliamo perdere il contatto con l'aggressore e tantomeno con la minaccia.

Il Kapap infatti e' un'addestramento prettamente militare che viene adeguato agli standard civili e' per questo che nel momento del disarmo non insegnamo la chiusura della situazione con l'eliminazione fisica dell'avversario in quanto si andrebbe incontro a gravissime ripercusioni legali, naturalmente situazione che nell'ambito di uno scenario di conflitto si renderebbe necessario come per esempio lo scontro con eventuali terroristi armati.

Vi ringrazio se avete avuto il piacere di leggere queste righe senza la presunzione di aver scoperto l'acqua calda ma solo per esprimere un mio pensiero .

Roberto Lerici


21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
  • Facebook
  • YouTube
  • Instagram